menu

(+39) 0809648596

info@consultradesrl.it

Aldo Cichero

Aldo Cichero

Aldo Cichero, di origine piemontese e di adozione ligure, studia a Genova e si laurea in architettura navale a Parigi.
Dal 1960 al 1969, si impiega ai Cantieri Baglietto di Varazze dove, dopo una fondamentale esperienza nella costruzione di arredi a bordo, inizia a disegnare i M.Y. Elba, Ischia, Capri, Minorca, Maiorca, e poi i 16,50 mt, 18 mt e i 20 mt.
Per un decennio, disegna tutte le Alalunga in legno (dai 16,80 mt. ai 32 mt.) dei Cantieri di Santa Margherita Ligure imponendo uno stile equilibrato, che ha fatto scuola per innovazione delle linee e ricercatezza del design.
Negli anni Settanta progetta le linee e gli interni del M. Y. Drake dei Cantieri Navicelli (23 mt. e 25 mt.) e del M.Y. Admiral 35 dei Cantieri di Lavagna.
E’ il 1978, quando, sorprende il mercato con gli interni del Magnum 53 interamente in radica, riscoprendo un materiale dallo stile ‘decò’. Nello stesso anno, per BMW, realizza il famoso Gozzo Ligure una imbarcazione da 5,20 mt. che sarà realizzata in centinaia di esemplari. Negli stessi anni, propone un utilizzo innovativo della vetroresina e del composito realizzando, per i Cantieri Puntorosso – Crestitalia, la più grande imbarcazione in vetroresina del tempo.

management

Nel 1980, brevetta il Triplast, un sistema di struttura ad altissima resistenza e uniformità per scafi e sovrastrutture in vetroresina che Lamborghini adottò per la produzione delle proprie imbarcazioni veloci (100 nodi). Sempre in quegli anni studia e brevetta un nuovo cingolo per mezzi meccanici in composito leggero ad altissima efficienza.
A fine anni Ottanta, disegna, con successo, per CNR di Ancona, due imbarcazioni da 45 mt e 41 mt (L’Abdul Aziz e il Nourah of Riyad) e, per Baglietto, il M.Y. Maffy Blue che determina una rivoluzione nelle dimensioni e nell’utilizzo del flying bridge e lo specchio di poppa apribile a piattaforma per il bagno.

Ancora per i Cantieri Baglietto, negli anni Novanta, realizza importanti M.Y. quali Elsewhere, l’Alba e il Blue Ice, il primo wide body del cantiere.

Nel 2009, progetta insieme ad altri tecnici del settore energetico con cui da vita al raggruppamento FCF (Ferrari Partners, Studio Cichero Srl., PSGR. S.rl) chiatte per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili a bassissimo impatto ambientale con resa energetica da 50 MW a 200 MW.

Anche in questo settore Aldo Cichero contribuisce a innovarne le linee disegnandole semi immerse o immerse annullando l’impatto ambientale sullo skyliner marino.
Nel 2011, FCF ha brevettato l’invenzione industriale della Barge per la produzione di energia.
Il progetto è stato acquisito per l’Italia da Europam S.r.l., azienda leader nel settore petrolifero ed energetico che ha avviato la procedura per realizzare la barge “Tritone” nel Porto di Genova.

Skills